Indipendenza

Indipendenza non è soldi, non è tempo, ma spazio.

Probabilmente lo spazio necessita di tempo e soldi per almeno esistere, ma singolarmente questi due elementi sono totalmente inutili. Non ci farei nulla con chilogrammi di banconote se non avessi neanche un istante, non ci farei nulla con giornate intere senza avere abbastanza di quella carta stampata che tanto adulate.

Quel che più mi preoccupa, più del non avere spazio, è il mio gratificarmi difficilmente che mi porta al non sapermi accontentare, per cui con poco spazio non ci farei nulla tralasciando l’alimentare del desiderio di averne dell’altro.

Molto spesso mi è stato detto di non sprecar tempo, poiché il tempo è denaro, ma sinceramente amo annegare nel trascorrere delle ore senza investirle troppo perché finirei per vivere nell’ombra di un futuro incerto, perciò vaffanculo fatemi perder tempo.

Inversamente i soldi non possono esser tempo, ma possono all’interno della società rappresentarne quello che non hai disperso, quello di cui probabilmente non hai goduto a pieno, definibile come sacrifici.

Quel che mi chiedo mentre sto investendo del tempo in qualcosa in cui mi è stato detto sia giusto farlo è: se non ne valesse?
Se devo perder tempo devo esser’io a deciderne i modi e le motivazioni, nessun’altro.

“Il tempo non lo puoi comprare, lo puoi solo vendere.” –Marracash

Non potendo attualmente avere una totale indipendenza cerco disperatamente conforto nello sprecare denaro con il fine di sprecare tempo, e cazzo non potrei chieder di meglio.

 

Luca

 

 

Non dir nulla