Indecisione

Spegni la luce ancora una volta ed ogni elemento all’interno di queste quattro, forse cinque, forse tre mura inizia a sfocarsi, a scomparire.

Non si vede un cazzo e rimani in piedi, con una mano poggiata sull’interruttore e l’altra sulla maniglia, tra buio e respiri senza muoverti, stai aspettando di riabituarti al nero ed esiti a riaccendere la luce perché il disprezzo per i colori non te lo permette.

Sei lì inerme colpito da ombre e rumori impercettibili a dover prendere una decisione che probabilmente influenzerà la totalità della tua giornata:

Letto, cuscino e coperte o caffè, sigaretta ed inchiostro?

 

Luca

Non dir nulla