Vetro

Mi sforzo di ripetermi con lor
e più l’idea va di là del vetro
più mi lasciano indietro,
per il coraggio insieme
non so le regole del gioco
senza la mia paura mi fido poco. –De Andrè

Non c’è stato un cazzo d’istante dei miei sedici anni in cui non mi sono dovuto sentir dire: “Accontentati“.

Oggettivamente chi si accontenta vive molto più serenamente all’interno della sua mediocrità, ma io che ho sempre fatto di tutto per non finir neanche nelle più lontane vicinanze di quest’ultima non voglio neppure sentirmi dire di dover essere scontato. Continue reading “Vetro”

Paura di essere

“Ma s’ io avessi previsto tutto questo, dati causa e pretesto, forse farei lo stesso,
mi piace far canzoni e bere vino, mi piace far casino, poi sono nato fesso
e quindi tiro avanti e non mi svesto dei panni che son solito portare:
ho tante cose ancora da raccontare per chi vuole ascoltare e a culo tutto il resto!”Guccini

Che non mi interessasse un cazzo dei pareri e dei giudizi, di chiunque altro non fossi, io lo ho sempre saputo ma non riuscivo a concretizzarmene.
Raramente riuscivo ad esser sempre Luca, lo scopo era quello di essere accettato dal gruppo e per esserlo divenivo quel che volevano io fossi. Continue reading “Paura di essere”

Indipendenza

Indipendenza non è soldi, non è tempo, ma spazio.

Probabilmente lo spazio necessita di tempo e soldi per almeno esistere, ma singolarmente questi due elementi sono totalmente inutili. Non ci farei nulla con chilogrammi di banconote se non avessi neanche un istante, non ci farei nulla con giornate intere senza avere abbastanza di quella carta stampata che tanto adulate.

Quel che più mi preoccupa, più del non avere spazio, è il mio gratificarmi difficilmente che mi porta al non sapermi accontentare, per cui con poco spazio non ci farei nulla tralasciando l’alimentare del desiderio di averne dell’altro. Continue reading “Indipendenza”