Bivi

sarò l’apogeo del vostro cazzo di fastidio, l’acme delle vostre urla.

 

Siamo codici QR stampati in serie
dentro tipografie invisibili
come quelli sugli adesivi
ancorati ai pali della luce

vittime della probabilistica
fluttuiamo di qualche bit
infinitamente indecisi
come le molecole della colla
o degli altri derivati del petrolio

ignoriamo la gravità
con ali di plastica
aspettando d’inciampare
come fogli di carta
su fogli di carta

distanziati da spazi
standardizzati
siamo stringhe di
informazioni simili
distinti solamente
dall’irrazionale
dall’irreale
da ciò che sfugge alla mente
ed il sovrapporsi dei colori
le loro gradazioni
e null’altro

scala di neri
inchiostri e tremolii
firme contraddistinte
muoiono negli omonimi
siamo insiemi
di cifre
binarie
perché nell’ultima scena
l’ultima scelta sarà
figlia della fretta
e non rimarrà che scegliere
se sinistra o destra

Bivi

 

Luca

Illustrazione di Od Niwr

Non dir nulla